Comunicare giocando

Comunicare giocando, è un’attività ideata per i più piccoli, basata sul gioco condiviso. Ci sono i tempi dell’attesa, della riflessione e dell’azione. Il gioco diviene modalità di apprendimento e strumento di sperimentazione, interazione, scoperta del sé e dell’altro.

Il gioco, qualunque esso sia, sviluppa la creatività del bambino permettendogli di immaginare, costruire, elaborare, comporre e scomporre tanti scenari. Giocare insieme di fantasia permette non solo di condividere lo stesso spazio fisico ed oggettivo ma anche i propri vissuti. Giocare, pertanto, significa scoprire se stessi e l’altro, apprendere regole sociali e di comportamento, sviluppare ed attuare le prime forme di empatia, imparare a negoziare continuamente proprie opinioni e convinzioni rispettando la libertà altrui e acquisendo il valore della tolleranza, solidarietà e cooperazione. Tramite il gioco i bambini riescono a dominare positivamente situazioni affettive ed emotive troppo intense e fuori della loro portata. Il gioco, dunque, costituisce un ponte necessario tra l’attività manifesta del bambino e le sue profonde esperienze emotive.

«Il gioco è fondamentale perché è il modo in cui i bimbi conoscono il mondo e crescono. Non è qualcosa che riempie dei vuoti tra un’attività e l’altra, ma è l’attività per eccellenza che loro utilizzano per scoprire tutto ciò che li circonda» Elisabetta Rossini.

Settimanalmente in associazione si svolgono due tipi di laboratori con il gioco elemento fondamentale: Ludoteca Speciale – Comunicare giocando.

La Psicomotricità «Dal piacere di agire al piacere di pensare l’agire».